Le parole di una vita


le_parole_di_una_vita_2006

La sera del 23 settembre 1985 Giancarlo Siani viene ucciso sotto casa mentre è ancora al volante della sua Mehari. Da pochi giorni aveva compiuto 26 anni. Dopo ben otto anni di indagini e processi giudiziari si venne a capo della cause che spinsero mani della camorra a togliere la vita ad un giovane, che aveva voglia di cambiare il mondo. L’opera di Giancarlo Siani, Le parole di una vita. Gli scritti giornalistici, è un’ edizione unica e di grande qualità scientifica, promossa e sostenuta dalla famiglia Siani e dall’Associazione Giancarlo Siani. L’opera completa di tutti gli scritti di Giancarlo Siani rappresenta, a Napoli e nel Paese Italia, non solo il ricordo di un giovane assassinato dalla camorra, ma anche la memoria che si costituisce coscienza critica contro i tanti e i troppi poteri ancora lontani dal Bene Comune.

L’opera, curata dal prof. Raffaele Giglio, ordinario di Letteratura italiana presso la Federico II, è arricchita da un messaggio del Segretario Generale Presidenza della Repubblica, da una lettera del Presidente Antonio Bassolino e da una premessa del Prof. Francesco Barbagallo, ordinario di Storia contemporanea presso l’Università Federico II, ed ha ricevuto il patrocinio della Regione Campania, della Provincia e del Comune di Napoli.

Le parole di una vita
Gli scritti giornalistici
a cura di R. GIGLIO